Angeloni Alfredo stampa la scheda Stampa

Lucca, 29/11/1883

Cognome Angeloni
Nome Alfredo
Luogo di nascita Lucca
Data di nascita 29/11/1883
Luogo di morte Viareggio (Lucca)
Data di morte 12/03/1953
Pittore No
Scultore Si
Incisore No
Decoratore No

Biografia

Nasce il 29 novembre 1883 a Lucca, dove frequenta l'Istituto di Belle Arti, sotto la guida dello scultore Arnaldo Fazzi, e nel 1903 consegue il diploma. Si iscrive quindi all'Accademia di Belle Arti di Firenze, dove è allievo di Raffaello Romanelli ed in seguito frequenta, grazie ad una borsa di studio, un corso di perfezionamento a Milano, presso l'Accademia di Brera. Sposatosi con Pia Nuti, dalla quale ha due figlie, Giovanna e Wally, trascorre quasi ininterrottamente la sua vita a Lucca. A cavallo degli anni Dieci del Novecento fa parte del comitato "Pro Arte Lucensi", insieme ai colleghi Giuseppe Lunardi e Arturo Chelini, associazione nata con lo scopo di organizzare mostre e promuovere l'arte lucchese contemporanea. Nel 1947 decide di trasferirsi a Viareggio, dove muore il 12 marzo 1953. Fra i riconoscimenti ricevuti si ricordano nel 1905 il premio ottenuto nell'ambito della "Esposizione d'arte" di Firenze e la nomina a Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia, onorificenza conferitagli nel 1921. Dopo la morte la città di Lucca gli dedica una retrospettiva, allestita a Villa Bottini nel 1956. La gran parte della sua attività artistica, svoltasi nell'arco di un cinquantennio, si è concentrata nella creazione di opere funerarie e nella realizzazione di alcuni monumenti ai caduti della prima guerra mondiale; il più importante e noto è senz'altro quello di Lucca nel piazzale antistante Porta San Pietro, inaugurato nel 1930 alla presenza del Re; si ricordano inoltre quelli di Altopascio, San Pietro a Vico, Massarosa, Fornoli, Segromigno, Bagni di Lucca, Villa Basilica, Casabasciana, oltre a quelli di Gambolo, in provincia di Pavia, e di Roma. Nella capitale realizza anche una grande scultura dal titolo "Dea Roma", collocata nell'atrio della stazione Ostiense, purtroppo andata distrutta durante la seconda guerra mondiale. Numerose le realizzazioni funerarie, sia di singoli monumenti che di cappelle, realizzate principalmente nel Camposanto di Lucca (tra cui ricordiamo la cappella della famiglia Bernardini e della famiglia Lenzi, le cappelle di Paolo e Modesto Giurlani, il monumento funebre di Dario Recanati, quello per Nina Giovannini nata Canale, la statua del Pensatore sulla tomba di Armando Mungai, la Pietà per le tombe di Alberto Paoli, di Umberto Rocchi Burlamacchi, di Ada Cavalieri Lollusa e dei coniugi Milani-Sbragia, il busto in bronzo di Andrea Roberti, la tomba di Bianca Niccoli, di Giulia e Gina Panconesi, di Lola Lera e della famiglia Piagentini, di Giovanni Favilla e di Renata Parducci nei Politi, di Angela e Elvira Vannucchi), di Barga (autore dei bronzi della cappella Pieroni) e in quello di Viareggio. Ha inoltre eseguito le opere commemorative dedicate a Leonida Bissolati (Roma), Antonio Berlese (San Vincenzo, Livorno), Ugo Brilli (Viareggio), Simòn Bolìvar (Maracay, Venezuela), Ulisse Bartoli (Lucca). Fra le realizzazioni di ambito civile ricordiamo l'Inno alla Vita, già collocato nel cortile dell'ospedale psichiatrico di Lucca, la decorazione di Palazzo Giorgi (Lucca, Piazza Curtatone) e le teste di militi con l'elmetto della Casa del Mutilato, edificio progettato dall'architetto Italo Baccelli nel 1932. Gilberto Bedini gli attribuisce la decorazione scultorea della vetrina della Profumeria Venus, in Via Fillungo a Lucca. Una nutrita raccolta di opere e documenti, su lascito della figlia Wally, è conservata presso la Galleria Comunale d'Arte Moderna di Viareggio. Wally, diplomatasi in pittura presso l'Istituto "A. Passaglia", ha esposto insieme al padre nel 1931 in occasione della II Mostra Sindacale di Lucchesia e e nel 1942 nell'ambito della Mostra d'Arte a beneficio delle Forze Armate.

Luoghi di formazione

Anno inizio Anno fine Nazione Città Istituzioni Periodo
certo
1894 1907 Italia Lucca Istituto di Belle Arti (Fonte dati: Archivio dell'Istituto A. Passaglia di Lucca, Registro Iscrizioni Scuole, 1902-1912; Registro degli alunni, anni dal 1894 al 1898; dal 1898-99 al 1905-6). Nell'anno scolastico 1902-1903 viene licenziato al 3° Corso Speciale di Scultura. Dal 1904 al 907 frequenta il Corso Speciale di Pittura. Si
Maestri:
Incontri:

Opere

Foto mancante
Titolo: Bozzetto per monumento
Oggetto: Scultura
Soggetto: Storico
Tecnica: Terracotta
Misure: cm. 22,5 x 40
Foto mancante
Titolo: Diana
Oggetto: Scultura
Soggetto: Mitologico
Tecnica: Scultura in bronzo
Foto mancante
Titolo: Naiadi e satiro
Oggetto: Scultura
Soggetto: Mitologico
Tecnica: Bronzo
Misure: altezza cm. 51
Foto mancante
Titolo: Pietà
Oggetto: Scultura
Soggetto: Sacro
Tecnica: Terracotta
Misure: cm. 31
Foto mancante
Titolo: Rimorso
Oggetto: Scultura
Soggetto: Di Genere
Tecnica: Bronzo
Misure: base cm. 50
Foto mancante
Titolo: Vento
Oggetto: Scultura
Soggetto: Di Genere
Tecnica: Terracotta
Misure: altezza cm. 31,5

Esposizioni

Anno Titolo Luogo Città Nazione
1910 III Esposizione Pro Arte Lucensi Castello di Porta S. Pietro Lucca Italia
1911 Esposizione a cura della "Pro Arte Lucensi" Bagni di Lucca Italia
1911 IV Esposizione Pro Arte Lucensi Castello di Porta S. Pietro Lucca Italia
1929 Mostra d'Arte della "Settimana Lucchese" Palazzo Ducale Lucca Italia
1931 II Mostra del Sindacato Provinciale Belle Arti Palazzo Littorio Lucca Italia
1936 Mostra degli artisti lucchesi Gruppo Rionale "26 ottobre" Lucca Italia
1937 IV Mostra Sindacale d'Arte Sede della Confederazione Professionisti e Artisti Lucca Italia
1942 Mostra collettiva di artisti viareggini Bottega dei Vàgeri Viareggio Italia
1942 Mostra d'arte a beneficio delle Forze Armate Teatro all'aperto "G. Puccini" Viareggio Italia
1946 2° Mostra Provinciale d'Arte a cura della Società delle Belle Arti di Lucca Teatro del Giglio Lucca Italia
1978 Arte a Lucca 1900-1945 Palazzo Mansi Lucca Italia

Bibliografia

Manoscritti

Anno Titolo Tipologia Archivio Fondo Filza
1929 Artisti Lucchesi Raccolta di ritagli di giornale Biblioteca Statale di Lucca Guido Brancoli

Libri

Anno Titolo Autore Editore Città
2002 Il Liberty a Lucca. Architetture e committenti Ulrike Elg Maria Pacini Fazzi Lucca
2008 Collezioni GAMC Antonella Serafini Pacini Pisa

Riviste

Anno Titolo Numero Edizione Titolo rivista Città
I Il monumento ai caduti lucchesi: opera grande per il più grande Sacrificio. Alfredo Angeloni 1 1930 Lucca, Rivista mensile illustrata del Comune di Lucca
II Degli scultori de - La ben recinta 10 1929 Il Figurinaio Lucchese

Cataloghi

Anno Titolo Editore Città
1998 Alfredo Angeloni sculture e bozzetti, depliant della mostra GAMC Viareggio

Giornali

Data Titolo giornale Autore articolo Titolo articolo
14-09-1912 L'Esare Visita allo studio di Alfredo Angeloni
6-11-1912 L'Esare Nuove tombe al Cimitero Urbano
4-11-1924 La Nazione I nuovi monumenti
12-08-1925 L'Intrepido Caras Una visita allo studio di A. Angeloni
7-08-1929 Il Telegrafo g. b. [Guido Brancoli] Alfredo Angeloni
1-11-1938 La Nazione I nuovi monumenti al Cimitero Urbano
1-11-1939 La Nazione Al Cimitero Urbano. I nuovi monumenti
2-11-1941 La Nazione Note d'arte. I nuovi monumenti al Camposanto
1-11-1942 La Nazione I nuovi monumenti al Cimitero Urbano
1-11-1943 La Nazione I nuovi monumenti al Cimitero Urbano. Gli artisti lucchesi che partecipano alla «rassegna»

torna all'elenco degli artisti