Elenco artisti

Foto mancante

Giorgi Giovanni

Nacque a Carrara il 2 giugno 1859. In una testimonianza del 1936 leggiamo: «Il prof. e pittore Giovanni fu uomo di pensiero e di coltura, innamorato dell'arte a cui consacrò gli anni più belli; amatissimo dalla famiglia; era amato da tutti per la sua integrità e correttezza. Gondolin di lui ebbe a scrivere nel Don Chisciotte di Roma, n.i 275-6-7 del 1896: " ...un artista notevole e singolare è il ... apri la scheda

Foto mancante

Giovannetti Raffaello

Stando alla letteratura artistica locale, inizia i suoi studi artistici in patria sotto la guida di Stefano Tofanelli. Fin dal 1811 tiene la cattedra di Disegno presso l'Istituto Elisa e presso il Collegio Felice. In considerazione dei suoi meriti, nel 1813 Elisa Baciocchi decide di concedergli una borsa di studio e di mandarlo a perfezionarsi a Roma, insieme al collega Michele Ridolfi. Entrambi v... apri la scheda

Granaiola Carlo

Nato a Lucca il 12 maggio 1910, da Umberto ed Elimena Lombardi, si forma presso il locale Istituto d'Arte, dove è allievo di Ezio Ricci, Lorenzo Viani e Pio Semeghini. Diplomatosi in pittura, partecipa ancora giovanissimo ad alcune mostre e manifestazioni a carattere locale. Può a buon diritto essere inserito nel gruppo dei novecentisti, nel quale si annoverano, tra gli altri, Giuseppe Ardinghi, L... apri la scheda

Foto mancante

Guidi Delfo

Nasce a Pietrasanta il 4 gennaio del 1901 e si forma presso il locale Istituto d'Arte “Stagio Stagi”, rivelando un naturale talento fin dalla giovinezza. Diviene allievo di Plinio Nomellini, di cui frequenta lo studio a Lido di Camaiore e a Torre del Lago. Per vivere si adatta a fare lo scultore di mestiere e durante il poco tempo libero coltiva la passione per la pittura. Negli anni Venti del sec... apri la scheda

Foto mancante

Guidi Ugo

Nasce a Montiscendi (Pietrasanta) il 14 settembre del 1912 ma trascorre a Querceta l'infanzia e la giovinezza. Seguendo la passione per il disegno, si iscrive alla Scuola d'Arte di Pietrasanta. In seguito frequenta l'Accademia di Belle Arti di Carrara (fino al 1936), sotto la guida dello scultore Arturo Dazzi, del quale diviene assistente. Nel 1935 partecipa alle esposizioni dei G.U.F. e nel 1937 ... apri la scheda

Isola Raffaello

Nato a Lucca il 17 dicembre 1897, si forma presso il locale Istituto di Belle Arti, ed tra gli allievi prediletti di Alceste Campriani. Nel 1920 vince un premio bandito dal Ministero della Pubblica Istruzione e vari suoi quadri sono acquistati da Enti Pubblici fra cui il Ministero dell'Educazione Nazionale ("Natura morta") ed il Municipio di Lucca ("Studi di paese"). Qui esordisce nel 1921 con una... apri la scheda

Foto mancante

Jacopi Abele

Nato il 27 febbraio 1882 a Ripa di Seravezza, nel 1902 consegue il diploma di scultura presso l’Istituto d'Arte "Stagio Stagi" di Pietrasanta. Terminati gli studi, inizia a lavorare nelle locali botteghe artigiane, realizzando numerose statue e bassorilievi in creta, in seguito tradotti in gesso e in marmo. Esordisce nel 1908 esponendo alla Promotrice di Belle Arti di Torino. Richiamato alle armi ... apri la scheda

Kienerk Giorgio

Nacque a Firenze il 5 Maggio del 1869, nella centralissima Via de’ Servi, da un'antica famiglia toscana di origini franco-svizzere. Dopo aver frequentato il Regio Ginnasio Galilei senza particolare profitto e interesse, nel 1882 venne affidato dal padre all'amico Adriano Cecioni, maestro di disegno e scultura, presso cui svolgerà il proprio apprendistato fino al 1886, anno della morte del maestro.... apri la scheda

Lamberti Pellegrino (detto "Pelle")

Nasce a Cerreto, nel comune di Borgo a Mozzano, l'8 ottobre 1894, figlio di Valentino e di Annunziata Gragnani. Si forma presso l'Istituto di Belle Arti di Lucca, sotto la guida di Alceste Campriani, e nel 1923 ottiene il diploma di pittura con ottimi voti. Compie il proprio apprendistato a Roma, grazie all’interessamento del Comm. Pierotti, che lo porta con sé per lunghi soggiorni nella capitale,... apri la scheda

Foto mancante

Landucci Nicolao

Allievo di Pietro Nocchi e di Raffaele Giovannetti, frequenta fino al 1830 la locale Accademia di Belle Arti, conseguendo numerosi premi. Ben presto si afferma come esponente di una pittura devozionale fortemente ispirata a quella del Cinquecento, assecondando una tendenza che a Lucca si era andata sviluppando attorno alla metà del secolo e che, fra gli altri, aveva in Giuseppe Bertini un altro va... apri la scheda